A sos amigos artistas: Montanaru e gli amici artisti in mostra a Olzai

a sos amigos artistas montanaru carmelo floris

A sos amigos artistas è il titolo della mostra organizzata dal Comune di Olzai con il patrocinio e contributo del Consorzio Bim Taloro. Ideata e diretta artisticamente da Marzia Marino, direttrice della Casa Museo Carmelo Floris,  la mostra è in programma a Olzai presso gli spazi espositivi della Casa Museo Carmelo Floris in via Sant’Anastasio da sabato 17 novembre 2018  a domenica 3 marzo 2019.

A sos amigos artistas è un progetto culturale ed espositivo ideato dalla storica dell’arte Marzia Marino che punta alla valorizzazione della figura di Carmelo Floris, del museo e della sua collezione permanente, nell’ottica dello sviluppo di nuove sinergie con il territorio.

Nucleo centrale della mostra è la documentata amicizia tra il pittore Carmelo Floris e il poeta desulese Antioco Casula Montanaru, che a Carmelo Floris e agli altri suoi amici artisti dedicò la famosa lirica “A sos amigos artistas”. 

Fiabe e leggende sarde - A sos amigos artistas

A sos amigos artistas – Montanaru e gli amici artisti

Ma chi erano dunque questi amici artisti di cui parla il sommo poeta sardo? Ebbene, si tratta di Francesco Ciusa, Giuseppe Biasi, Remo Branca, Cesare Cabras, Mario Delitala, Stanis Dessy, Filippo Figari, Giambattista Rossino e, chiaramente, Carmelo Floris, ricordato dal poeta di Desulo per le sue processioni:

E tue, Carmelo? Longas pruzessones
traessan de Barbagia sas vias
e s’intenden sas altas pregarias
che disperadas invocaziones
De s’ispiritu sardu chi a Deu
giamat paghe, giustizia e amore.
De furesi nieddu e de colore
passat bestidu su populu intreu.

Tutti questi artisti, tranne Stanis Dessy, varcarono la porta della casa di Montanaru a Desulo e furono suoi ospiti. Di loro il poeta volle segnare in rime fugaci le caratteristiche dell’arte e le impressioni che ne conservava.

A sos amigos artistas – La mostra a Casa Floris Olzai

La mostra presenta al pubblico un numero cospicuo di lavori di tutti questi artisti, 47 tra dipinti, piccole sculture e incisioni, provenienti tutte da collezioni private, grazie alla generosa collaborazione di un gruppo di appassionati dell’arte coordinati dal collezionista cagliaritano Giorgio Bartolomeo.

Le opere saranno esposte a Casa Floris dal 17 novembre al 3 marzo 2019, e saranno tutte fotografate dal Comune di Olzai, anche in vista di un eventuale pubblicazione di un catalogo di tutte le mostre temporanee organizzate nel museo olzaese.

La mostra, oltre ad essere un’importante occasione per approfondire le analogie tra la poesia di Montanaru e le liriche rappresentazioni degli artisti in mostra, potrebbe essere il primo step di un progetto più ampio, da definirsi tra il 2019 e il 2020, che potrebbe portare nella Casa Museo Carmelo Floris le opere di quegli artisti che condivisero con il maestro di Olzai l’esperienza della “scoperta” della Sardegna per rappresentarne non solo i temi folklorici, ma i valori umani e l’autenticità del suo popolo.



Visite guidate: Lidia Siotto (Cooperativa Agora Sardegna scrl, Selargius)
Contatti: tel. 333.295.61.88 – email museocarmelofloris@gmail.com

Leggi anche:

S’atonzu: l’autunno nelle poesie di Antioco Casula Montanaru

Share