Disservizi al Convitto Nazionale di Cagliari sede Sant’Alenixedda: ci scrive una mamma

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una mamma che ci illustra i disservizi registrati al Convitto Nazionale di Cagliari sede Sant’Alenixedda.

libri per bambini e ragazzi

Buongiorno, vorrei porre alla vostra attenzione un fatto gravissimo che vede coinvolti 225 bambini circa nonché genitori ed insegnanti. Il tema è la mensa scolastica che come in tutte le scuole inizierà il 02 ottobre…

Bene in tutte ma non nella nostra, perché sono in corso dei lavori proprio per il rifacimento dei locali… che a nostro avviso sarebbero dovuti terminare all’inizio del mese di settembre!

Ad oggi non si sa quando verranno ultimati e pare anche che il sindaco non fosse a conoscenza della situazione. Stiamo parlando del Convitto Nazionale scuola tanto rinomata, peccato che ci sia il Convitto di serie A e quello di serie C.

Da anni ormai subiamo un disservizio! Premettendo che la sede indicata è la scuola Sant’Alenixedda di piazza Giovanni a Cagliari. La sede staccata del Convitto nasceva 5 anni fa come nuova sperimentazione dell’indirizzo musicale che avrebbe dovuto avere il vecchio istituto Riva di piazza Garibaldi invece abbiamo convissuto con altre scuole per anni perché il Riva mai l’abbiamo visto (ormai noi mai lo vedremo) prima con la Carlo Felice (ora diventata Ludum ) ed ora con Sant’Alenixedda.

Fino a 3 anni fa qualcosa di musica era stata fatta tant’è che due classi avevano iniziato con lo strumento musicale , le lezioni venivano svolte in via Manno, i bambini dalla Carlo Felice percorrevano le strade del centro storico a piedi con le insegnanti e si dirigevano nella sede di via Manno. ma dallo scorso anno essendoci trasferiti in piazza Giovanni anche questo servizio è stato magicamente cancellato (impossibile arrivare in via Manno e i docenti non potevano spostarsi da noi) dal rettore o dal consiglio di amministrazione.

Eppure tutti noi paghiamo esattamente la retta come quella della sede centrale di via Pintus (bellissima) vi invito a fare le opportune verifiche e considerare anche solo le differenze dell’istituto. Adesso tutti noi genitori siamo stanchi d’essere stati presi in giro per tutti questi anni e vogliamo che tutti sappiano!! È davvero un disservizio e una grave carenza anche sul piano della didattica. Unica scuola che ha orario d’uscita alle 1745. Perché le ore del rientro non le faranno e non credo riusciranno a recuperarle!

Noi pretendiamo di capire le cause del ritardo nell’esecuzione dei lavori, nonché i tempi di conclusione degli stessi. Chi sono i responsabili ? Perché il rettore anche stavolta si è mosso in ritardo per cercare le soluzioni? Perché non le ha trovate? Tutti noi facciamo dei sacrifici! Ci sono bambini che si svegliano alle 05 del mattino per arrivare a scuola dai paesi limitrofi ma questo non mi pare venga considerato!

Ci è stato proposto di portare ai bambini un secondo panino che avrebbero potuto mangiare alle 1330 ( orario d’uscita) stando a scuola fino alle 15… ma non oltre. Perché? Il Convitto deve trovarci una soluzione immediata. Potremmo anche chiedere un risarcimento dei danni (sia in merito alle somme che che ognuno di noi o quasi sostiene x sopperire con baby sitter o permessi al lavoro, sia x le carenze dpdv della didattica), riservando la quantificazione degli stessi. Sembra quasi che la nostra sede sia servita solo a fare cassa… Vi invito a verificare voi personalmente all’ingresso della scuola come sono gli animi questa mattina dopo l’ennesima batosta del caro e rinomato Convitto Nazionale.

Firmato da una mamma

Credits image: Logo del Convitto Nazionale

Share