Festival Bastoni e Burattini XII edizione: dal 24 ottobre al 6 novembre

Bastoni e burattini 2016

XII Edizione Festival Bastoni e Burattini
Dal 24 Ottobre al 6 Novembre 2016
Casa Ofelia – via Parrocchia, Sestu (CA)

L’Associazione Le Compagnie del Cocomero organizza la XII Edizione del Festival Bastoni e Burattini.

La prima parte del Festival Bastoni e Burattini ha voluto soddisfare le numerose richieste del piccolo pubblico affezionato e sarà interamente dedicata alla realizzazione di un laboratorio di costruzione dal tema “Mostruoso”, tutti i giorni dal 24 al 29 Ottobre dalle h. 16 alle h.18 nei locali di Casa Ofelia a Sestu: i bambini dai 4 anni in su potranno divertirsi con la costruzione di mostri, maschere, burattini e tanto altro; contemporaneamente al Centro Giovane di Sestu con la Cooperativa Passaparola i giovani dai 14 anni si occuperanno della costruzione di “Mostri e Maschere”; il tutto per l’allestimento della “Festa Mostruosa CoCoWeen” che si svolgerà il 31 Ottobre dalle h. 17,00 a Casa Ofelia – Sestu.

Festival Bastoni e Burattini – Spettacoli

Domenica 30 Ottobre h. 18,00
“La Vecchia Macchina” con Rahul Bernardelli, Selene Manca, Giulia Sarzi, Monica Pistidda – Le Compagnie del Cocomero.

Lo spettacolo nasce dalla volontà di comunicare ai bambini il valore delle cose e degli oggetti che ci circondano, non solo per il loro uso immediato e contingente, ma anche per quello sentimentale e rappresentativo.

Gli oggetti rappresentano un’importante codice comunicativo e affettivo con l’adulto. Oggi l’oggetto gioco – spettacolo è diventato un bene di consumo, grazie ad una struttura produttiva che realizza miliardi.

E così anche l’immagine del bambino diviene superstar, tramutato in primattore spettacolare di quiz, giochi a premio, sfilate, festivals, serials, short pubblicitari. Un quadro mercificato d’infanzia fittizia, sempre più immagine, spettacolo, consumo e sempre meno presenza reale, viva e autentica nella società: occasione quotidiana d’incontro, dialogo, presenza, impegno.

L’oggetto giocattolo è entrato da tempo nella dinamica di questo meccanismo perverso di consumo, che lo ha reso “oggetto improprio” cioè non sempre orientato ad uno scopo, ma all’essere acquistato per valori estranei a sé stesso, con aspettative tutt’altro che ludiche, ma spesso creano insoddisfazione, delusione e perfino abbandono.

Il concetto di gioco, come esperienza d’adattamento al reale, si afferma nel bambino come insopprimibile strumento di mediazione e di comunicazione tra il soggetto e l’ambiente. Ed è per questo che nello spettacolo “La Vecchia Macchina” si ripercorrono esperienze proprie della costruzione del gioco, dove si recupera il rapporto emotivo con il “vecchio oggetto”, creando una volontà di conservazione e insostituibilità.

La costruzione del testo e delle canzoni, si poggia sulle tecniche propriamente conosciute della musica, dove la storia e la musica si fondono in un unico e armonico linguaggio espressivo, che conserva da un lato il gioco e dall’altro l’intelligibilità del messaggio teatrale.

Martedì 1 Novembre h. 18,00
“Il Circo di Cartapesta” con Emanuela Mancosu e Raimonda Mercurio, regia Stefano Farris, Emanuela Mancosu – produzione Antas Teatro.

“Circo di cartapesta” è uno spettacolo di teatro circo in cui si alternano, come in un cabaret, numeri di magia, gag clownesche e personaggi circensi surreali. Il baraccone, costituito da ben 13 personaggi, è presentato da un pennuto “Spiripicchius spennacchius”, buffo incrocio fra un fenicottero e un pappagallo.

Lo spettacolo è messo in scena da due attori clown, che tra una gag e l’altra, si trasformano all’occasione in Animatori di pupazzi, burattini, e titeres corporales (pupazzi molto espressivi che integrano parti del corpo del burattinaio costruiti secondo la tradizione sudamericana) dando vita a uno show unico e speciale, che interagisce con il pubblico e piace sia ai bambini che agli adulti.

Tra guizzi di comicità e atmosfere sognanti vedrete: i Trapezisti sul filo alti un palmo di mano e poco più, il Circo delle pulci, Spiripicchius pennuto parlante, il clown Adalgisa, la Maga Zanfretta, “Fante” l’elefante rotolante, il coniglio magico, l’Intervallo e le pecorelle, Blanco il contorsionista, Il papagallo Gil de Papel, e tanto altro.

Sabato 5 Novembre h. 18,00
“Il Filarmonico” con Agostino Cacciabue e Rita Xaxa del Teatro Tages.

Lo spettacolo è un florilegio, un mosaico composto da momenti di vita del marionettista che si intrecciano con le storie delle sue figure.

Frammenti di vita. Storie minime, pochi minuti per raccontare emozioni e passioni. Immagini rapide quanto un’occhiata che si lancia oltre una porta socchiusa, al di là delle vedute di tutti i giorni, alla ricerca di gesti e personaggi che sappiano ancora sorprenderci.
Non ci sono parole, ma solo musica.
Non ci sono segreti, perché l’animazione è lasciata a vista.
Le marionette di “Il fil’armonico”, ballano, soffrono, sperano, ridono, con lo stesso spirito che muove gli esseri umani. Anche per loro, per i pupazzi che calcano il palcoscenico, il destino è sempre appeso a un filo.

Domenica 6 Novembre h. 18,00
“Frammenti” con Toni Zafra compagnia Toni Zafra Teatro de Marionettas.

“Frammenti” è uno spettacolo la cui struttura si compone di otto numeri per solista. Il carattere indipendente di ognuno di essi facilita la composizione del programma più adeguato alle esigenze del luogo, rendendo possibile cambiare l’ordine dei numeri o la durata dello spettacolo. Questo permette la realizzazione anche di diverse sessioni di spettacolo durante la medesima serata, con la possibilità di ripetere o modificare il programma in base al momento. Il contenuto tematico ed estetico dei differenti numeri fanno di “Frammenti” uno spettacolo di formato semplice, che alterna momenti di poesia e di intrattenimento che lo rendono adatto ad ogni tipo di pubblico, e in particolar modo alle famiglie.

Festival Bastoni e Burattini – Per saperne di più:

Info e Iscrizioni: Tel. 070262432

Pagina evento su Facebook

Le Compagnie Del Cocomero – Pagina Facebook

Fiabe sarde Grazia Deledda

Teatro per bambini, ragazzi e famiglie:

Pinocchio di Zaches Teatro al Massimo il 22 ottobre

Festival Tuttestorie 2016 programma spettacoli

Il Grande Teatro dei Piccoli 2016: dal 1 ottobre al 29 dicembre al MoMoTI

Leggi anche:

Fiabe sarde: quando il meraviglioso si intreccia col fantastico

Share