La Storia di Pipino gratis il capolavoro italiano che ispirò Il curioso caso di Benjamin Button

la Storia di Pipino

La Storia di Pipino gratis PDF il capolavoro dimenticato che ispirò Il curioso caso di Benjamin Button a Francis Scott Fitzgerald

Piccolo grande capolavoro della letteratura italiana per ragazzi e non solo, la Storia di Pipino nato vecchio e morto bambino è oggi un libro pressoché dimenticato. Composto dal poeta e scrittore torinese Giulio Gianelli (1879-1914) e pubblicato per la prima volta nel 1911, fu molto amato da grandi e bambini per buona parte del primo Novecento.

La fantasiosa quanto bizzarra storia creata da Gianelli narra le avventure di Pipino, una statuetta di creta raffigurante un vecchietto che prende vita grazie al calore di una pipa. Così, mentre tutti nascono bambini e diventano vecchi, Pipino ha il dono di vivere una vita al contrario: quello di nascere vecchio e di morire bambino.



Dalla Storia di Pipino a Benjamin Button

La Storia di Pipino nato vecchio e morto bambino di Giulio Gianelli ispirò la famosa novella di Francis Scott Fitzgerald (1896-1940) The Curious Case of Benjamin Button (in italiano Il curioso caso di Benjamin Button) pubblicata nel 1922 nella rivista Collier’s e quindi inserita nell’altrettanto celebre raccolta Racconti dell’età del jazz.

Il racconto dello scrittore americano è divenuto ancora più famoso negli ultimi tempi, grazie al film campione d’incassi realizzato da David Fincher con Brad Pitt e Cate Blanchett. Destino opposto ha avuto invece l’originale storia del poeta torinese, tanto che la sua Storia di Pipino è caduta ingiustamente nell’oblio. Oggi è quantomeno doveroso riscoprire questo racconto e i valori che esso comunica.



La Storia di Pipino, un racconto senza tempo per tutti

Quella di Pipino è un vita inconsueta, quindi, contrassegnata da un’innumerevole serie di avventure fantastiche in giro per il mondo; una vita al contrario, dicevamo.

Infatti, mentre tutti nascono bambini e diventano adulti e poi vecchi, perdendo così la curiosità, il senso primigenio di meraviglia verso il mondo e l’innata voglia di giocare, Pipino vive invece un’esistenza controcorrente: quella di un personaggio creativo e ingegnoso, che sa risolvere i problemi con fantasia, immaginazione e coraggio.

Nella Storia di Pipino, Gianelli sostiene l’idea che l’infelicità della società occidentale risieda nella perdita dell’anima e in particolare dell’animo infantile, ovvero nello smarrimento del senso immaginifico e creativo dell’uomo.

Emblematico è l’episodio in cui Pipino non riesce più a raccontare favole ai bimbi e ai grandi perché non ha più fantasia in quanto le fate sono morte. Da qui la necessità impellente di partire in viaggio per l’Oriente e di organizzare una “garibaldina” spedizione con mille bambini di tutto il mondo per resuscitarle.



La Storia di Pipino: lo stupore infantile e il Regno dei Cieli

Pipino si rivela essere l’archetipo del Fanciullo Eterno nonché la personificazione del mito platonico dei “vecchi che ritornano bambini”. In questo senso, il gioco e lo stupore infantile rappresentano l’apice di una vita davvero umana ben condotta, che possa poi proseguire nell’aldilà.

D’altronde, anche il Vangelo non afferma che «solo chi è capace di ridiventare fanciullo può accedere al Regno dei Cieli»?

la Storia di Pipino

La Storia di Pipino gratis PDF

In regalo per le nostre lettrici e i nostri lettori la versione in formato PDF del libro La storia di Pipino, nato vecchio e morto bambino:

Leggi e scarica il libro gratuitamente in formato PDF



La Storia di Pipino – Libro cartaceo o eBook per Kindle:

Storia di Pipino, nato vecchio e morto bambino – Giulio Gianelli – eBook e Copertina flessibile

Leggi anche:

Bruno Munari e la creatività dei bambini: libri e laboratori per piccoli designer

Share