Ludum Cagliari: presentate le elementari e le medie

ludum sacro cuore design school

Ludum Cagliari: la scuola di Design per bambini e  ragazzi

Venerdì 19 giugno 2015 sono state presentate ai genitori dei bambini iscritti alle prime tre classi della scuola elementare (primaria) e alla prima classe della scuola media (secondaria di primo grado) le linee guida del programma didattico Ludum.

Oltre ai coordinatori e ad alcuni dei docenti di lingua italiana e madrelingua inglese, hanno preso parte alla presentazione:

  • Carlo Mulas, Direttore Ludum Cagliari;
  • Stefano Paschina, Presidente Ludum;
  • Giovannantonio Cuccui, Dirigente Scolastico del Sacro Cuore;
  • Francesco Schianchi, Direttore Strategico Ludum;
  • Diego Zaffaroni, Responsabile della Didattica in lingua inglese.

Ludum Sacro Cuore: educare e innovare

Stefano Paschina ha parlato del progetto educativo Ludum, affermando che l’intento è quello di creare un polo educativo che, passando dalle scuole elementari e dalle scuole medie, vada dal nido e dalla scuola dell’infanzia, sino alle scuole superiori e all’università. “Un cammino innovativo nella conoscenza – ha aggiunto il Presidente di Ludum – che si traduce in un’esperienza educativa innovativa ed entusiasmante per gli studenti, i docenti e i genitori”.

Ludum Sacro Cuore: italianità e lingua inglese

“La collaborazione tra l’Istituto Sacro Cuore e la Ludum School – ha sottolineato Giovannantonio Cuccui – permette di coniugare i programmi ministeriali italiani con un approccio completamente diverso, che offre agli studenti l’opportunità di imparare in maniera approfondita l’inglese senza trascurare la lingua italiana.

Ludum Sacro Cuore: Literacy e obiettivi didattici

“Il curriculum linguistico – ha invece evidenziato Diego Zaffaroni, Elementary School Director e Jolly Learning Official Trainer – è finalizzato all’acquisizione dei principi che stanno alla base della conoscenza e di quelle abilità legate alla comprensione e alla produzione orale, alla lettura e alla scrittura che, con un termine anglosassone, viene chiamata Literacy. In questo contesto vengono individuati gli obiettivi didattici per ogni singola classe con particolare attenzione alle esigenze del singolo studente”.

Carlo Mulas: “Siamo mediterraneità, creatività e cultura del progetto”

«Il nostro progetto prevede che l’apprendimento della lingua inglese avvenga in un contesto scolastico “mediterraneo” e creativo – ha illustrato Carlo Mulas, Storico del pensiero scientifico e Direttore Ludum Cagliari – pensato per aiutare i nostri bambini nel loro percorso di sviluppo olistico. La Mediterraneità non dev’essere intesa solo come “luogo geografico” ma piuttosto come uno “spazio culturale” che privilegia la convivialità, l’incontro e la cultura della gioia di vivere.

La nostra missione è quella di formare persone che vogliono capire, conoscere, vivere e trasformare in maniera creativa la realtà, reinterpretando le proprie radici (sarde, italiane e mediterranee) in un contesto sempre più globale. In questo senso la nostra è l’unica scuola di Design per bambini: Design inteso come “cultura del progetto”, volto a favorire la creatività e l’immaginazione per la risoluzione di problemi, attraverso un approccio investigativo e laboratoriale».

Su Ludum Cagliari 2014-2015 direttore Carlo Mulas e direttrice scientifica Anita Presterà leggi:

La Sardegna raccontata al mondo: fiabe e leggende sarde in italiano e in inglese

Pasqua in Sardegna: su coccoi cun s’ou

Altri articoli (Sardinia Post):

I bambini della Ludum School alla scoperta dell’arte di Maria Lai

Ludum School Cagliari: “Creatività, design, inglese e mediterraneità: ecco i nostri valori”

Creatività e cultura del  progetto – Leggi anche:

Bruno Munari e la creatività dei bambini

Bambini creativi: libri, giochi e attività per stimolare la creatività

Intelligenze multiple, creatività e abilità cognitive: Howard Gardner e il futuro dei nostri bambini

Jolly Phonics per imparare l’inglese

Share